8 maggio 2011

Ricami di gioventù...

Buongiorno e buona domenica a tutte-i,

ieri cercando "nella cassa della dote" dei nastri per una borsina che sto facendo, ho rifatto anche il memorandum-archivio e quindi rivisto tutto quel che da ragazza, io e mia madre mettevamo via per il mio corredo nuziale.
Fra il tutto le asciugamani che mi ricamai a 19 anni... non ero più fidanzata e pensavo al corredo disillusa di poter incontrare la mia metà perché l'avevo appena persa. 
Ma la vita riserva belle sorprese anche e proprio quando non te le aspetti più. Infatti dopo due anni ho rincontrato il mio Amore che poi divenne mio marito.
E ho ricordato lo stato d'animo che avevo, ricordi che queste asciugamani di lino conservano fra i fili : come fu felice mia madre di vedermi presa in questo compito...
come si stizzò poi quando passai al ricamo sul secondo lato della prima asciugamano. Era questo in un rosa intenso sfumato e dopo la prima striscia, girai l'asciugamano e pensai: "Nooo,rifare lo stesso non mi va..." e via con un altro ricamo... ma mia madre cercava di convincermi che "non si usa così, si deve ricamare lo stesso ricamo sui bordi .
Alla seconda asciugamano aveva dovuto mollare l'opera di convincimento perché testarda e anti conformista, me ne fregava poco delle usanze classiche... le asciugamani erano mie e io dovevo ricamarle, perciò a me dovevano piacere. 
Questo era quanto e punto!
Le sembrai strafottente per la prima volta, ma sapeva che non amavo fare due volte la stessa cosa, non amavo vedere due volte lo stesso film, né fare lavori ripetitivi.
Ed è ancora così , me lo sono confermata da sola anche con la passione per i bijoux... un po' fatico sempre a fare l'altro orecchino o la parte speculare di una collana... a seguire gli schemi,


Ricordo che mia madre si rassegnò pensando che cambiavo il disegno, ma almeno usavo gli stessi colori per il ricamo:

Questa fu l'unica asciugamano che ricamai uguale da una parte e l'altra, ma il disegno non era del gusto di mia madre:
Poi, alla fine provai quello che più fece inorridire mia madre :cambiai colore fra i due lati, su uno ricamo in verde e sull'altro bordo ricamo in celeste scuro:

 
alla fine di queste asciugamani ne ho usate solo due quando ebbi mia figlia e ne ho ancora da ricamare, ma penso che finiranno nel corredo di mia figlia e che riprenderò a ricamare le restanti quando dovrò pensare sul serio a farle il suo.

Ah, ste' mamme!
Quanti scontri io con la mia 
e mia figlia con me... 
Ah la vita!
Quant'è strana la vita
tutto finisce nei ricordi 
e anche quello che ti sembrava
sarebbe divenuto un ricordo poco piacevole
si ritrova che ti fa sorridere ... e ringraziare una persona speciale, 
la più speciale di tutte.

Buona festa della mamma alla mia, a mia suocera e a voi!


10 commenti:

Simo ha detto...

complimenti Stefy sono dei ricordi preziosi in ogni suo aspetto, ciao e auguri

Magike Mani ha detto...

Mi sono rivista e risentita in ogni tua parola...Ogni tanto chiedo a mia mamma perchè ho un lenzuolo bellissimo con il pizzo sangallo che non posso assolutamente usare...solo per stirare il bordo ci vuole un'ora...ma le nostre mamme probabilmente volevano per noi quello che non hanno avuto per loro....
ciao Grazia

Lufantasygioie ha detto...

ciao Stefania
innanzitutto buona domenica e tanti auguri.
Molto belli questi ricami,cose che non farò mai...
Per il tutorial,mi fa piacere che hai capito l'errore,anche se i metodi sono vari e si può partire anche dalle rocailles e andare alle miyuki,ma poi devi ritornare alle rocailless.
Questo magari sarà un altro tutorial.
A presto lu
Ps
dimenticavo
ho letto del pacco,non dovevi ma ti ringrazio e appena mi arriva te lo fACCIO SAPERE
BACI

ely ha detto...

Che belle storie!!!! Mi piace leggerle, io non ho mai fatto nulla del genere, da ragazzina ero negata per le cose manuali, per fortuna mi sono rifatta nel crescere!!! Grazie per esserti iscritta al mio candy!!! In bocca al lupo!!! Elisa

la luna di stefylù ha detto...

@ Simo: grazie mille.Baci!

@ Magike mani: sì,forse è così da sempre e sempre così sarà, che i genitori vogliono dare ai figli le cose che non hanno avuto loro!E anche io tante cose non ho le metto in mezzo per la fatica che occorre poi per mantenerle!

@ Lufantasygioie: un altro tutorial?Uahuuu...allora attendo paziente! Grazie . Spero sì che la mia busta ti giunga oggi...è una settimana che viaggia!Un abbraccione!

@ Ely: son felice di allietare con questi frangenti ...
Grazie a te per avermi dato l'occasione di partecipare.
Lunga vita al lupo ...si lo so si dice "crepi", ma sono animalista! : )
Baci!

la petite deco ha detto...

ciao stefi per i fiori devi cercare kusudama tutorial vedrai che li trovi...per l'indirizzo vado subito a mandarlo in email..bacino maria

Ale ha detto...

Ciao, sono Ale. Ho letto le tue poesie da Lu... complimenti per il libro, per quello che scrivi, per il blog.
Sono un'amica di Ros (Trieste); verrò a trovarti molto volentieri. A presto.
Un bacio.

la luna di stefylù ha detto...

@ Ale: Ale, grazie dei complimenti. Passerò a trovarti così ricambio e conoscerò anch'io il tuo blog!
Qui sarai sempre la benvenuta : )

Lufantasygioie ha detto...

ciao carissima Stefania
scusa se non sono ancora passata a ringraziarti...le cose da fare sono tante!

Ho aggiornato il post con il link del tuo nuovo blog e sono tra i sostenitori.

Grazie ancora per i bellissimi doni!
baci

Cristina: ha detto...

Quanti ricordi! Anche io ho passato tutta la mia gioventù con un ago in mano e ne ero orgogliosa!
Mi hai fatto venire voglia di aprire il mio baule e riguardare le creazioni della "dote" che mia nonna (ricamatrice finissima) pretendeva che io mi facessi....il lavoro con lei sono stati gli anni migliori!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...