31 dicembre 2015

Procedendo lentamente...la fermentazione thailandese, escursioni montane ed è già finito il 2015.

Ehilá...c' è qualcunooooo..o...oooo...oo ?????
Immagino di no...quando decidi di mollare spesso vieni mollato...é la dura legge della vita purtroppo. Ma mollare a scrivere...no, non ci riuscirei mai.
Comunque se qualcuno se lo fosse chiesto no, non sono morta e non sono scomparsa.
Ci sono, ma assorbita dal quotidiano e dalle mie cose, ho tralasciato di nuovo questo spazio e il web in generale. Blog e YouTube in prima linea e Facebook a seguire...lí entravo giusto per postare qualche articolo interessante, a scopo informativo e divulgativo, per lo piú sulla salute .
In un piccolo riassunto posso annotare che a fine primavera/inizio estate  mi avviavo a dare lo stop a qualche interesse ( come il baratto) che al momento assorbiva troppo tempo sottraendolo ad altre mie passioni.
A maggio ero presissima con la fermentazione e avevo appena finito di fare la mia prima esperienza con un fermento monello, tanto ribelle da straripare. 
Ne avevo letto e non mi ero posta il problema perché in quattro mesi tutti i circa 40 fermenti fatti stavano procedendo egregiamente.
Eh, sì, a quel punto quattro mesi si erano compiuti e qualche fallimento c'é stato perché il primo fermento fatto é andando a nutrire il terreno...Ma il bello dei fermenti è che anche se vanno a male fanno la gioia di qualcuno...sí le piante me ne sono state grate.
Ma tutti gli altri ok sono pura soddisfazione ed emozioni...belle, contrastanti, sorprendenti. Ad oggi ne ho un'ottantina .
Ogni fermento é diverso dall'altro e perfino qualcuno che ho dovuto dividere in due vasetti per mancanza di recipiente adatto, é andato procedendo gemellando, ma quelli che avevo diviso usando due barattoli di materiale diverso, uno vetro e l' altro plastica, fermentano come due cose diverse, con tempi e fasi differenti.
Questo che vedete nella seguente foto è il mio orgoglio, un Fv di rosmarino di Lerici.
Se vi ricordate le foto dei miei scorsi post (clicca qui  
http://lalunadistefylu.blogspot.it/search/label/FV%20fervida ) dove vi postavo foto di varie fasi e   pensate che questa è la fase finale,in cui tutto si dissolve e diventa limpido, capirete che ne vale la pena dedicargli attenzioni. Ci ripagano con un liquido curativo e personalmente fra i tanti benefici il più grande è che mi hanno risolto una tendinite alle braccia per la quale per oltre due anni ho portato fasce elastiche... ho ancora le braccia con i segni a salsiccia nel punto in cui terminavano. La mia ragazzina si è visto annullato tutto il dolore premestruale e mi hanno sanato ferite, ustioni, ematomi, dermatiti in tempi record.
     

Questo un Fv di albicocche...vorace e prolifico di gelatine, curative anch'esse. Qui aveva solo un mese,ad oggi mi fa disperare con l'eccessiva produzione di gelatine che hanno inghiottito quasi tutto il liquido,nonostante abbia già fatto un rabbocco per questo.

Qui di seguito una dermatite scatenata dal sole (a cui per un'acuta e incurabile allergia da anni non posso espormi neanche un solo minuto senza protezione a 50, da marzo a ottobre), era sera e al mattino, in meno di 8 ore non avevo più nulla, quando di solito il rossore e il prurito durano anche oltre 5 giorni.

Questa a seguire è una foto a cui rimarrò affezionata a vita perchè sono stati i primi due prelievi che ho potuto fare... mele golden bio selvatiche e rape rosse di supermercato...che in soli 4 mesi son arrivati a maturazione e in caso eccezionale ho assunto benchè giovani (avevo fiducia in loro) e hanno avuto subito effetti curativi notevoli.


È' troppo bello e interessante la fermentazione ma ancor di piú la sperimentazione che facendoli si vive volenti o nolenti.
I fermenti sono materia viva,ti insegnano a sviluppare il rispetto di cio' che non vedi subito a occhio nudo ma che sviluppandosi ti fa comprendere il miracolo della vita,della nascita delle cose, il rispetto  per i microbi e i batteri che danno vita a tutto, che ci portiamo dentro.Noi siamo fatti di loro e se gli dai fiducia, se li ami ti ami. Capito questo si è sulla via per entrare in una visione delle cose più realistica, pratica, concreta e vera.
Mi vien da ridere quando dopo aver sommariamente spiegato a qualcuno come si fanno,  aggiungo che assumendo fermenti "deve anche crederci" e mi vedo presa per matta, pari a un malato immaginario che assume una medicina placebo. Il deve crederci va inteso come il doverci mettere impegno e non demordere ai primi intoppi, alla prima impressione che fanno inevitabilmente con le loro muffette (benefiche)... ma capisco che devo lasciar perdere perchè troppo spesso ho davanti chi è troppo chiuso nel suo mondo. 
Mi dispiace anche ma ho constatato troppe volte che non ne vale la pena, che è solo spreco di energie.
Se non si è almeno disposti a provare, a capire che oltre la propria realtà esistono mille altre cure e mondi e che noi siamo gli esseri più fortunati perchè abbiamo uno strumento-il nostro corpo- capace di adattarsi al cambiamento, al miglioramento... se non si è disposti a porsi in ascolto di se stessi e si sa solo pigramente consegnare il nostro corpo e cervello a persone a cui interessa solo che si resti materiale per le loro tasche, pazienti passivi...beh, non si acquisterà mai la consapevolezza di nulla, compresa quella di se stessi.
Credo che la vita meriti una cosa: diventare padroni di se stessi prima di passare oltre, prima di lasciare questa Terra. E non bisogna mai dimenticare quel detto per cui i migliori dottori di noi siamo noi stessi.Sì,lo siamo e dobbiamo solo re-imparare ad ascoltare il nostro corpo.

L' estate mi ha portato una bellissima novitá: gite in montagna con la mia amica M., una persona simpaticissima, una forza della natura già di suo, conosciuta grazie al baratto ma poi quanto meno me lo aspettavo l'ho sentita interessata e presto contagiata dalla fermentazione che faccio.
Ho finalmente realizzato uno dei miei piccoli sogni e provato sensazioni ed emozioni fantastiche nelle piccole grandi cose della natura.
Eravamo io, lei,la sua piccola vecchiotta cagnetta, la sua frizzante figliola e a volte son riuscita a coinvolgere anche la mia... miss pigrissima. Poco, ma son felice che di quelle rare giornate potrá serbare un ricordo tutto nostro.
Ho ammirato distese di erbe verso uno strapiombo che dava su cave di marmo,
imparato a riconoscere erbe, raccoglierne a oltre 1000m per fermentarle,


bevuto acqua pura di monti,di cui facevo scorta anche per i fermenti,
mi sono trovata anche sopra le nuvole bellissime poco prima che arrivassero le masse bigie e cariche di pioggia proprio come avevo visto da bimba nel cartone di Heidi.


Respirare aria e odori che credevo dimenticati non ha prezzo... perché ti riporta indietro nei ricordi belli dell' infanzia e della prima adolescenza.

Ho acuito il mio giá intenso senso dell' attenzione, sfidato le mie paure e ho imparato a distaccarmi un po' dalla famiglia, dalle paure altrui e dai conseguenti loro condizionamenti...mi sono avviata verso una vita diversa fatta a misura mia e non piú di altri.




E quando l' estate é passata son tornata al baratto in maniera diversa, forse piú egoista  agli occhi altrui, ma di nuovo mi sono lasciata coinvolgere oltremodo e avuto bisogno di ri-staccare. Cosí approfittando delle feste di Natale sono andata di nuovo in pausa.

In tutto questo mi riaffacciavo ogni tanto al blog ma non trovavo piú la cruna dove infilare il filo perso e riprendere tutto da dove lasciato.
Solo a questo punto , oggi, ultimo giorno di questo 2015 travagliato,che non pareva mai avere termine, mi sono effettivamente messa qui con l' intenzione di trasformare in post questa bozza iniziata e riempita un rigo alla volta in questi ultimi mesi ... fosse anche solo per fissare con me stessa una nota temporale di quello che é stato e finalmente salutare un anno difficile come sono stati tutti gli ultimi da un certo punto in poi. Ma la bufera può impazzare quanto vuole, poi passerà.

L' ultima cosa che mi ha regalato un'altra  piccola soddisfazione é stato riuscire a fare delle palline di Natale tutte mie,
decorandole con avanzi di calze rotte, barattate, stoffe, nastri  e strass e addobbare seppur per la prima volta in notevole ritardo e fare un Albero colorato come lo volevo.





Desideravo anche ingrandire il presepe costruendomi altri pezzi per avere l' anno prossimo tutto pronto. Poco prima di Natale sono riuscita a fare una casetta e un banco di stoffe
e speriamo di riuscire a fare ancora dei pezzi prima di dover richiudere ogni cosa.
Perché io sono una che ama i piccoli e semplici sogni...e so che sono questi che portano a quelli grandi.
Buona fine 2015 e Buon Anno Nuovo a tutti :)



7 giugno 2015

Tutorial x la politica cookies

Riappaio e non è certo questo il post con cui avrei voluto rimettermi a scrivere qualcosa sul mio blog ma...ma dopo una totale pausa dal mondo blogger, riprendendo mi son ritrovata a fare i conti con questa novità dei cookies, delle multe che potrebbero derivarne... e ringrazio l'amica Stefania del blog  Le passioni di Ste per averne fatto sapere.
Infatti se notate bene c'è una nuova pagina Info cookies e in testa al mio blog una barra informativa al riguardo , dove potete cliccare Ok per toglierla dopo aver appreso nell'Info cookies.

Oggi ne abbiamo 7 e il termine ultimo per mettersi in pari era il 3 se non erro. Beh, io son riuscita a capirci qualcosa su come fare solo poco fa, dopo giorni che provavo e riprovavo a inserire quella striscia nella barra del mio blog.
Certo alla fine così come l'hanno fatta chiara e precisa non è questa legge, ne ho letto parecchio per capirci e pare abbia le sue lacune, ma di che ci meravigliamo? Siamo in Italia.
Ma lasciamo perdere le precisazioni e mettiamocela giusto per farli stare zitti se passano di qua.
Se passano sì...il mio blog già da un po' l'ho pure tolto dai motori di ricerca per cui ...
Che poi che pubblicità facciano tanti blog come il mio non lo so, finora nessuno mi ha chiesto di fargliene e nessuno mi paga per quella che io chiamo condivisione e non pubblicità, qualora ne accio di mia inizativa semplicemente perchè mi piace diffondere qualche cosa che vedo, di cui leggo ecc, ma pare che anche per il solo avere dei bottoni Google+, Fb ecc,vada messa.

Allora vi scrivo come ho fatto io,prima che mi scordo.E ve lo scrivo dettagliatamente, ma non fatevi spaventare perchè se seguite man mano ci riuscirete.
Passo1):
 creare una pagina in cui scrivere della politica dei cookies e su come fare ...beh,fatevi furbi e copiatene una qualunque che trovate in altro blog(compreso il mio). Se la copiate fatelo in un documento world di modo che anche tutti i link vengano salvati in toto così come sono cliccabili già laddove ne avete copiato ;)

Creata quella pagina(che per quante ne ho fatte ogni volta mi scordo e solo per quella faccio il 48 per cui vi rimando a leggervi un qualsiasi relativo post in rete),
avrete un link che vi servirà nel secondo passo.
Passo 2):
ora dalla home del vostro blog cliccate su Design(posto in cima sulla vs destra fra Nuovo post e Esci).Vi troverete nella pagina dove tutto si può modificare e a voi interesserà cliccare sulla scritta
Modifica HTML(vedi freccia verde,cliccate sulle immagini se non le vedete bene in grande)

Si dovrebbe fare sempre prima un backup quando si tenta di modificare questo HTML(se vuoi essere previdente leggi qui http://www.ogniricciounpasticcio.com/2012/11/come-fare-il-beckup-del-blog-su-blogger.html ) ma stavolta lo confesso ho rischiato io stessa per la fretta e ho provato senza fare backup...mi son detta "Tanto ci sono i tasti Anteprima e Annulla modifiche"...

Passo 3):
cliccando sulla scritta indicata dalla freccia verde eccovi entrati in una serie di riche incomprensibili e dovrete cercare il punto preciso dove ci sono due scritte ossia
</script>
</body>
saranno proprio in questa posizione,script sopra e di sguito a capo body fra quelle parentesi e la barra/

Passo 4):
E qui viene il bello...copiare incollare  dopo la parola  </script> e quindi subito  prima della parola </body>,
un kilometrico codice ossiaproprio questo di seguito qui:

 <!-- Codice per accettazione cookie - Inizio -->
<script type='text/javascript'>
//<![CDATA[
(function(window) {
  if (!!window.cookieChoices) {
    return window.cookieChoices;
  }
  var document = window.document;
  var supportsTextContent = 'textContent' in document.body;
  var cookieChoices = (function() {
    var cookieName = 'displayCookieConsent';
    var cookieConsentId = 'cookieChoiceInfo';
    var dismissLinkId = 'cookieChoiceDismiss';
    function _createHeaderElement(cookieText, dismissText, linkText, linkHref) {
      var butterBarStyles = 'position:fixed;width:100%;background-color:#eee;' +
          'margin:0; left:0; top:0;padding:4px;z-index:1000;text-align:center;';
      var cookieConsentElement = document.createElement('div');
      cookieConsentElement.id = cookieConsentId;
      cookieConsentElement.style.cssText = butterBarStyles;
      cookieConsentElement.appendChild(_createConsentText(cookieText));
      if (!!linkText && !!linkHref) {
        cookieConsentElement.appendChild(_createInformationLink(linkText, linkHref));
      }
      cookieConsentElement.appendChild(_createDismissLink(dismissText));
      return cookieConsentElement;
    }
    function _createDialogElement(cookieText, dismissText, linkText, linkHref) {
      var glassStyle = 'position:fixed;width:100%;height:100%;z-index:999;' +
          'top:0;left:0;opacity:0.5;filter:alpha(opacity=50);' +
          'background-color:#ccc;';
      var dialogStyle = 'z-index:1000;position:fixed;left:50%;top:50%';
      var contentStyle = 'position:relative;left:-50%;margin-top:-25%;' +
          'background-color:#fff;padding:20px;box-shadow:4px 4px 25px #888;';
      var cookieConsentElement = document.createElement('div');
      cookieConsentElement.id = cookieConsentId;
      var glassPanel = document.createElement('div');
      glassPanel.style.cssText = glassStyle;
      var content = document.createElement('div');
      content.style.cssText = contentStyle;
      var dialog = document.createElement('div');
      dialog.style.cssText = dialogStyle;
      var dismissLink = _createDismissLink(dismissText);
      dismissLink.style.display = 'block';
      dismissLink.style.textAlign = 'right';
      dismissLink.style.marginTop = '8px';
      content.appendChild(_createConsentText(cookieText));
      if (!!linkText && !!linkHref) {
        content.appendChild(_createInformationLink(linkText, linkHref));
      }
      content.appendChild(dismissLink);
      dialog.appendChild(content);
      cookieConsentElement.appendChild(glassPanel);
      cookieConsentElement.appendChild(dialog);
      return cookieConsentElement;
    }
    function _setElementText(element, text) {
      if (supportsTextContent) {
        element.textContent = text;
      } else {
        element.innerText = text;
      }
    }
    function _createConsentText(cookieText) {
      var consentText = document.createElement('span');
      _setElementText(consentText, cookieText);
      return consentText;
    }
    function _createDismissLink(dismissText) {
      var dismissLink = document.createElement('a');
      _setElementText(dismissLink, dismissText);
      dismissLink.id = dismissLinkId;
      dismissLink.href = '#';
      dismissLink.style.marginLeft = '24px';
      return dismissLink;
    }
    function _createInformationLink(linkText, linkHref) {
      var infoLink = document.createElement('a');
      _setElementText(infoLink, linkText);
      infoLink.href = linkHref;
      infoLink.target = '_blank';
      infoLink.style.marginLeft = '8px';
      return infoLink;
    }
    function _dismissLinkClick() {
      _saveUserPreference();
      _removeCookieConsent();
      return false;
    }
    function _showCookieConsent(cookieText, dismissText, linkText, linkHref, isDialog) {
      if (_shouldDisplayConsent()) {
        _removeCookieConsent();
        var consentElement = (isDialog) ?
            _createDialogElement(cookieText, dismissText, linkText, linkHref) :
            _createHeaderElement(cookieText, dismissText, linkText, linkHref);
        var fragment = document.createDocumentFragment();
        fragment.appendChild(consentElement);
        document.body.appendChild(fragment.cloneNode(true));
        document.getElementById(dismissLinkId).onclick = _dismissLinkClick;
      }
    }
    function showCookieConsentBar(cookieText, dismissText, linkText, linkHref) {
      _showCookieConsent(cookieText, dismissText, linkText, linkHref, false);
    }
    function showCookieConsentDialog(cookieText, dismissText, linkText, linkHref) {
      _showCookieConsent(cookieText, dismissText, linkText, linkHref, true);
    }
    function _removeCookieConsent() {
      var cookieChoiceElement = document.getElementById(cookieConsentId);
      if (cookieChoiceElement != null) {
        cookieChoiceElement.parentNode.removeChild(cookieChoiceElement);
      }
    }
    function _saveUserPreference() {
// Durata del cookie di un anno
      var expiryDate = new Date();
      expiryDate.setFullYear(expiryDate.getFullYear() + 1);
      document.cookie = cookieName + '=y; expires=' + expiryDate.toGMTString();
    }
    function _shouldDisplayConsent() {
      // Per mostrare il banner solo in mancanza del cookie
      return !document.cookie.match(new RegExp(cookieName + '=([^;]+)'));
    }
    var exports = {};
    exports.showCookieConsentBar = showCookieConsentBar;
    exports.showCookieConsentDialog = showCookieConsentDialog;
    return exports;
  })();
  window.cookieChoices = cookieChoices;
  return cookieChoices;
})(this);
document.addEventListener('DOMContentLoaded', function(event) {
    cookieChoices.showCookieConsentBar('Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.',
        'OK', '+Info', 'http://lalunadistefylu.blogspot.it/p/info-cookie.html');
  });
//]]>
</script>
<!-- Codice per accettazione cookie - Fine -->


Passo 5):
Copiando da qui questo codice dovete necessariamente sostiruire la parte evidenziata di rosso con il link della vostra pagina "Politica cookies", stando attenti a lasciare l'apostrofo ' prima e dopo la parolina  html

Direi che è fatta e per vedere se siete riusciti cliccate su Anteprima modello


e se in testa al vostro blog vedrete la scritta
 Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.   +Info  OK
 potrete esultare e cliccare sul rettangolino arancione Salva modello 

Non so se potrà esservi utile questo post ma lo spero tanto...ne ho dovuti leggere tanti uguali per capire metà cose perchè nessuno(di quelli che son arrivata a leggere io) identificava bene il punto esatto dove posizionare quel "benedetto" codice.Pensate che dal 2 ad oggi 7, ho davvero dovuto provare tante volte... di paroline  body ce n'è più di una .

E con questo vi saluto...sempre che ci sia qualcuno che ancora passa di qua a leggermi ... prossimamente credo metterò un post chiacchiericcio e uno sul mio andazzo coi fermenti thailandesi...strepitosi Fervida!

17 marzo 2015

La mia prima gelatina in un Fervida :) :) :)

EffeVi
Oscuri spettri in formazione su liquidi
magici e strani che lasciano scie di odori un po' dimenticati
speziati, vogliosi, genuini,complessi ma semplicemente ferVidi.
Scatenano sete e fame di sensazioni primordiali
provano ogni dì il tuo istinto e il sesto senso,
Dapprima ti affollano di dubbi istantanei,
paure a venire e timori di tocco,
poi ti saziano di emozioni,sensazioni
e placano tensioni e smarrimenti,
rimembrano gli angoli rabbuiati
dalla corsa in ritmi troppo veloci,
ti costringono alle pause, all'osservazione,
alla pazienza, alle sorprese e
alla gioia inaspettata poi di un foglio vivo
tanto sognato e comparso lì a coprire
come a proteggere
quello che ha lavorato per te,con te
e che dentro di te troverà accoglienza
per dare un senso al tutto...
ad ogni attesa postasi nell'animo
al coraggio di credere nella sua essenza,
all'esserti aperto a nuove prove e prospettive,
nuovi esperimenti ed entusiasmi...
la ricompensa di tanta dedizione
sarà l'aver appreso qualcosa
di unico, speciale e antico,
un dono che ti si donerà
continuamente...Fervidamente.
          27/02/2015 Stefania Vitaliano

(dedicata a Stefano Abruzzese e Lè Lè, i nostri maestri nel gruppo)

Salve a tutti,
siamo solo al pomeriggio di oggi 17 marzo e posso già dire che questa giornata è stata memorabile.
Per la verità gli ultimi 3giorni sono stati belli ma pieni di pensieri al tempo stesso e non solo riguardo i miei piccoli amici. Di certo memorabili in generale.

Queste righe però sono un continuo di questo post (dove vi segnalavo il grande gruppo in cui trovare tutte le info utili) e diciamo un aggiornamento dell'andazzo coi miei fervida, ma soprattuto segnare qui la mia gioia per un evento attesissimo e giunto di sorpresa.
Ma procediamo con ordine...
Era il 9febbraio quando ho preparato 5 fv tutti uno di fila l'altro.
Ne avevo già preparati altri 8 dal 31gennaio.
In quasi tutti si era avviata la fermentazione fra il 2° e 4° giorno
 Le cipolle in fermento.

Qualcuno di quelli fatti il 2febbraio, come quello di semi di girasole e zucca,  avevano già iniziato a produrre anche ricottina benefica e in questa foto si vedono benissimo le bolle di fermentazione attiva sotto lo strato di ricottina

Arriva il 18febbraio che tanti avevano questa ricottina, altri come quello di aglio francese Igp, quello di cipolle bio, quello dei mandarini cinesi colti dalla piana presa al supermercato e quello di melograno e pompelmo avevano addirittura iniziato a proteggersi producendo una pellicola
maggiorana


zenzero e daikon

Addirittura quello di rosmarino fresco(rametti e foglioline) portatomi a fine febbraio da mio marito da Lerici, aveva fatto pellicola dopo solo due settimane,senza nessuna ricottina ma subito fermentazione e pellicola...



Quella pellicola spesso è un avvio alla formazione di gelatina ma finché solo toccandola si sgretola resta pellicola e quindi ero lì che ormai abbassavo di meno alcuni perché vanno lasciati un po' più in pace, ma mi chiedevo se uno di loro... se tutti ... se nessuno... sarebbe riuscito a fare la gelatina.
Finisce febbraio e nulla... anzi le cipolle producono uno strato biancastro ma pur sempre pellicoloso. Iniziano ad affondare ma alcune ancora restano a galla a bucare la pellicola
e qui mi pareva ancora necessario affondare quello che fuoriusciva perché deve restare bagnato almeno una, due volte al giorno.
Nel frattempo mia figlia come si come no, arriva a farne uno, ma senza aprirlo alcuni giorni lo fa ammuffire. Nei fv non c'è modo di crearsi il botulino proprio perché ci dev'essere in
ogni contenitore una parte vuota lasciata sopra per assicurare aria al fervida. Grazie all'aria e all'affondare il prodotto mattino e sera nelle prime settimane, i microrganismi benefici riescono a battagliare contro tutto ciò che c'è da purificare e trasformare in sostanze utili alla vita.
La formazione di muffa quindi nei fv ci sta ,come sta in tanti formaggi che vengono proprio fermentati perché ne producano. Può essere parte del processo di purificazione, ma se diventa verde significa che tutto si avvia alla putrefazione

Però prontamente nel gruppo di Stefano Abruzzese( https://www.facebook.com/groups/143859002440406/  ) posto la foto e come si vede era aggrappata in superficie sopra una pellicola. Così mi aiutano dandomi tutte le indicazioni per ripulirlo perché era inziale e poteva essere salvato. Infatti tenendolo in osservazione ad oggi ha iniziato anche lui la fermentazione .

Con i fervida c'è da sorprendersi continuamente...e direi anche da sperimentare per questo.
Io mi sono trovata con delle erbe scadute che messe a fermentare sono subito affondate e hanno fatto subito la pellicola, stecche di cannella che sono affondate senza fare fermentazione o pellicola né ricotta, altri che hanno fatto tanta ricotta che non sai che pesci pigliare... due(melograno e pompelmo) che da soli non davano segni di vita, ma appena ho deciso di unirli hanno cominciato a fermentare alla grandissima per placarsi e affondare in meno di 20 giorni, loro frutti così grossi e pesanti che prima che diventino morbidi e impregnati di liquido per affondare, pensavo c'avrebbero messo molto molto di più... uno fatto ultimamente di zenzero e aglio che ho dovuto dividere perché non avevo fatto bene i conti con la capienza del vaso e ne avevo finiti di più grandi.. e la parte più piena ha fatto già pellicola e la parte più piccina invece lì che fa solo frizzi e lazzi...
Infine 2sorprese anche stamane...gelatina e germogli simil larve(che non vi dico la paura e cos'ho combinato).
Cominciamo che il primo fv che controllo stamane è stato un misto (sedano rapa, daikon, topinambur e mezza patata bio) e che ti trovo????
G E L A T I N A

OOOOOoooMYYYyyyyGoooddd!!! Avete presente il cane che gira gira nel tentativo di acchiapparsi la coda? Fuie allà, fuie acca'...ricopri...prendi la torcia per vedere meglio...scopri...toccala...oddddio è lei non si rompe...cribbio ho una gelatinaaaaaaaa...
Calma,calma... ricorda Lè Lè cosa diceva nei commenti al gruppo: "toccala dolcemente che il liquido le passi sopra per bagnarla" .Ok ci sono, faccio così e ci riesco...mamma che emozione!!!
Mi sovviene il ricordo anche di quello che aveva scritto Stefano: " Non abbiate fretta, in media le gelatine compaiono attorno ai 5 mesi...  a volte arrivano dopo un mese, a volte dopo un anno. Sono un segnale positivo e indicano che il FV lavora bene, ma non sono il nostro obbiettivo. Ci sono FV sanissimi anche se non hanno gelatine, ed altri con la gelatina che non sono maturi".
Fatto sta che per me il solo fatto che si sia formata mi tranquillizza molto.
Corri giù a prendere la fotocamera per farle una foto...sali, scatta...guarda e riguarda...ok ora però vuoi pensare agli altri FV?
Mi calmo... ma per due minuti. Poi sopraggiunge il pensiero che possa trovarne in qualche altro fv...e il cuore riaccellera. Piano piano controllo tutti, mi annoto le variazioni, come procedono i problematici che sarebbero quelli in cui il liquido si addensa e che diciamo "blobbati", ma anche per questi procediamo fiduciosi perché per molti fermentatori poi si son risolti anche loro.
Alla fine nell'ultimo di semi di canapa decorticata e semi di chia che ti vedo? Azzoll!!! E vierm!!!
Naaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa...aiutooooooooooooo... (menomale che alla fine c'era solo da ridere).
Eh sì, non s'è capito perché ma, nonostante  tengono lontani gli insetti tanto che sono usati come disinfestanti naturali sulle piante e sugli animali, ci sono alcuni moscerini che sono attratti da alcuni fervida e se non si sta attenti a proteggerli con un panno si infilano a depositare uova sulle pareti interne per poi ritrovarsi larve che fanno beatamente il bagnetto nel loro liquido.
Ma neanche in quel caso il fervida si deve  dare per spacciato. Ci si arma di colino e pinzetta e si ripulisce tutto.
Ora io nel gruppo ne avevo letto di qualche caso e già mi si accapponava la pelle solo a leggerne.
Avevo affrontato la muffa verde, una delle mie paure...ma la prima sono proprio le larve...e tatà, eccotele servite...
Mi faccio coraggio di chiudere e chiedere nel gruppo anche se l'istinto era di versarlo subito nel terriccio sul terrazzo. 
Finito il giro,  scendo in casa e apro il pc, entro nel gruppo e posto la foto della mia prima gelatina, un po' ricottosa ma pur sempre lei, stupenda gelatina

Questo fv è nato il 9febbraio e da oggi 17marzo non dovrò più toccarlo. Dovrò solo fare un controllo visivo ogni 2-3settimane e bagnare ogni tanto la gelatina immergendola poco ma non affondandola.
Poi annuncio il problema con le larve... mi incoraggiano a  fare l'azione di salvataggio... non garantisco perché la vita è vita in ogni forma ma io per topi e vermi proprio non riesco a vincere lo schifo.
Invece oggi pomeriggio scendo in casa il vasetto e sto lì mezz'ora prima di ritrovare la forza di aprirlo...poi prelevo con un cucchiaino di plastica i semi, li verso in un colino apposito , poi in un piatto e mi avvicino alla finestra...inizio a scartare queste larve e a un certo punto ...
oibooòòò...un seme non decorticato con sto cosino attaccato... cribbio vuoi vedere che è un germoglio??? 
Cerco la lente d'ingrandimento per i francobolli...guardo...cerco quella più grossa che uso per le microperline ... e ecco qui 

Praticamente i rimasugli di chicchi di canapa non decorticata stavano germogliando e a me aveva tratto in inganno questa parte qui

Per la serie tutto bene quel che finisce bene...un gran spavento e nulla più.
Tutto fa esperienza ma io oggi fra la gioia per la mia prima gelatina e l'aver vinto la paura per le larve...direi che va tutto alla  grande.
Vi lascio sperando che la poesia Effevi vi sia piaciuta . 
Chi ha letto la  mia raccolta di poesie, chi mi conosce meglio sa che io ho bisogno di emozioni speciali per scriverne...e i FV mi emozionano anche se solo facendoli potreste capire di che sto parlando. Detta così sembro solo una matta, lo so, ma non m'importa... io sono in cammino verso me stessa.

Buona passeggiata a tutti :)




4 marzo 2015

I Fervida

A volte le soluzioni sono semplici ma l'uomo complica SEMPRE tutto per non si sa che motivo.
E allora il normale sembra anormale, il salutista un fissato, la medicina riconosciuta l'unica cura, il vegetariano solo uno troppo sensibile o un pazzo e non andiamo avanti a stilare la lista perchè s'è capito cosa voglio dirvi.
Io ho solo sentito il bisogno di tornare indietro, di rifare certi passi e rifarli più cosciente, ringraziando Dio di averne la possibilità.
Ho sempre sentito forte l'attaccamento alla natura, alle cose semplici e basilari e questo mi sta facendo incontrare man mano sulla mia strada quello che volevo incontrare e spero continui con ciò che vorrei incontrare.
A conferma che c'è tutto un mondo di energie di cui siamo ancora inconsapevoli.
Ma quando inizi a capire questo, esse arrivano a te, ti chiedono scambi della tua energia e ti ricompensano con scoperte a cui non avresti mai creduto se non avessi deciso di rifare quei passi.
In questo discorso c'entrano tante cose e persone, passato e del presente, amici nuovi e vecchi e dei "piccoli amici",piccoli ma grandissimi.
E ne approfitto per mostrarvi solo una piccola parte... "i piccoli amici" : quelle foto in fondo al post sembrano banali vasi di liquido con qualcosa dentro... invece sono i Fervida che mi sto facendo, brodo di coltura dei microrganismi benefici (MB), che, nutrendosi sia degli zuccheri aggiunti che degli elementi tossici presenti nella soluzione, trasformano il tutto in sostanze preziose per la vita. Infatti riconoscendo le sostanze tossiche le trasformano in sostanze utili (enzimi, amminoacidi, tannini ecc...), mentre copiano le sostanze nutritive presenti nel liquido e le trasmettono al loro corredo genetico.
E cosa serve per farseli in casa? Disposizione a sperimentare e sperimentarsi perchè credetemi se non l'avete svilupperete la dote della pazienza, Acqua  buona(senza cloro e schifezze, quindi osmotizzata, demineralizzata...), zuccheri(non bianco, ma di canna grezzo o mieli), frutta e verdura possibilmente sana e senza medicine, scelta a piacere, a secondo di cosa desiderate fermentare. Il tutto in proporzioni predefinite per lo più. Ma poi che voi usiate le mele o i frutti di bosco, daikon o curcuma, cavolo o carciofo, misti  o non misti, il grado del loro potere sta nell'invecchiamento.
Ma per descrivervi i tanti aiuti che danno, attingo da uno scritto del mio maestro Stefano Abruzzese e vi invito caldamente a seguire su fb il suo gruppo(cliccate sul link seguente dopo esservi loggati in FB)  https://www.facebook.com/groups/143859002440406/   
E alla fine di questa lettura che è solo una parte delle cose da apprendere, non sentitevi come se steste credendo a una favola, ma provatelo voi stessi perchè vi garantisco che è l'unico modo per capire che certe realtà  esistono e le favole(malsane) sono quelle che ti racconta una certa parte della società in cui viviamo, quella che non ha a cuore il nostro bene ma ti fa credere di sì.


Stefano scrive fra tanto in uno dei suoi file di spiegazioni:
"...rafforzano il sistema immunitario e rigenerano la flora batterica, purificano l’organismo con la loro azione chelante e detossificante,rallentano l’invecchiamento cellulare grazie all’altissimo contenuto di sostanze antiossidanti tra cui spiccano l’acido ellagico, di cui si fa un gran parlare in fatto di prevenzione e cura dei tumori e l’acido gallico, altro potente antiossidante. Purificano l’acqua che beviamo soltanto aggiungendo poche gocce. Igienizzano i cibi freschi allungandone la conservazione.Aggiungono elementi nutrizionali ai cibi, anche se cotti.Danno un gusto piacevole  a bibite e tisane.Sostituiscono i detergenti chimici o agiscono in combinazione con essi, aumentandone l’efficacia e annullando l’impatto ambientale.Sostituiscono dentifrici con la loro potentissima azione antibatterica.Fungono da ottimi digestivi.Hanno un forte potere cicatrizzante, ottimi sulla pelle, danno lucentezza e morbidezza, eliminano ogni problema epidermico, anche i più resistenti, come la psoriasi. Armonizzano l'ambiente e migliorano la qualità delle zone prive di vitalità, riducendo l'azione eventualmente negativa dei campi elettromagnetici.
Fungono da antiparassitari, per gli animali domestici e per le piante, fertilizzano e ripuliscono la terra.Eliminano i cattivi odori.Rendono innocui i rifiuti tossici e radioattivi... "

Se questo po' di righe vi hanno abbastanza incuriosito allora non ci perdete nulla a entrare in quel gruppo, leggervi i tanti file di istruzioni, consigli e testimonianze dirette, presentarvi, chiedere e farvi aiutare dai tanti che aiuto vi danno senza batter ciglio, ma entrare lì vi farà capire sopratutto che la via d'uscita c'è sempre e il più delle volte non è fatta dei labirinti contorti in cui questa società ci sta ingabbiando.
Vi avviso che in internet troverete poco al riguardo...nel gruppo Stefano che vive fra la Thailandia e l'Italia, lui ci elargisse di un antico e prezioso sapere originario proprio della Thailandia.

Per me il primo mese è passato...ora ne restano 3 in cui i miei Fv continueranno a lavorare per poter essere pronti all'utilizzo, ma io proverò a pazientare perchè da baby quali saranno a 4 mesi occorrerà che passi almeno un anno perchè siano davvero maturi e il bello è proprio qui... la pazienza, la dedizione e l'attesa che richiedono ti fanno conoscere una parte bella di se stessi, una parte di sè che quasi tutti abbiamo smarrito nella frenesia dei ritmi di oggi e delle richieste a cui siamo sottoposti per poter sembrare al passo coi tempi...ma ora so che non bisogna starci... il passo va tenuto solo con se stessi!
Vi lascio alle foto del work in progress... ma nei prossimi mesi vi aggiornerò ma mano sugli sviluppi e nel prossimo post vi riporterò la poesia che  i Fv mi hanno scaturito  qualche settimana fa... forse sarà un elemento in più per farvi comprendere che hanno parecchio potere e energia da stimolare tutti i vostri sensi, cose dimenticate e virtù che non credevate di avere.
 La nascita dei primi Fv... l'unico effetto collaterale lo sentirete subitissimo: in una settimana al massimo sarete affetti da fermentite acuta e dovrete capire come fermarvi dal voler fervidizzare ogni cosa :D
Figli e mariti e scettici vari al seguito minacceranno di mettervi alla porta per esservi appropriati di una zona intera della vostra casa da dedicare solo a loro, per i troppi odori e qualche puzza (il più odoroso è l'aglio ma viste le sue proprietà come potevo non metterlo in Fv???)

 Ecco delle cipolle bio che in pochissimi giorni hanno dato segno di fermentazione vigorosa e al momento posso già dirvi che sento che sopra gli si sta formando la madre, la cosidetta gelatina che voi non potete capire quanto sia osannata e desiderata da chi fervidizza...incrociate le dita per me inviandomi energie positive che io possa ritrovarmela formata una di queste prossime albe...

Semi di zucca e girasole con la ricottina...una parte necessaria al processo perchè fatta di muffe benefiche, segno che tutto sta andando per il meglio e i "piccoli amici" stanno lottando bene.

Per il resto vi rimando nel gruppo dove potete trovarmi e vedere le mie foto come quelle di tanti altri fervidizzatori. Altre immagini possono un po' far senso e bisogna capire il processo per comprenderle. Sappiate solo che alla fine il liquido diventarà LIMPIDO, odore acetico e potere pazzesco. E il tutto andrà usato in gocce e diluzioni...per farvi capire quanto un Fv sia un concentrato di sostanze benefiche.

Per concludere ringrazio Dio per avermi lasciato integra la mia curiosità come sete di conoscenza, il sentire sempre il bisogno di approfondire, di non fermarmi alla prima apparenza, di avermi fornito del bisogno di contatto con la Terra e la Natura e spero di arrivare un giorno a soddisfarlo appieno.
Io ci sto provando.
Buona curiosità a tutti ;)

12 febbraio 2015

Accenni ... di ripresa, di FV, di baratti...

Buongiorno,
inutile dire che il titolo la dice tutta... ho mollato il blog a sè per un altro mese e  ho proprio mollato anche la lettura dei blog che seguo, sono sincera. E non ho creato nonostante il proposito di usare un po' di cabochon che mi erano stati regalati,nonostante le poche volte che ho visto dei video delle amiche perlinatrici mi segnavo tutto con l'intento di provarci l'indomani... ma poi non riuscivo e mi perdevo dietro ad altro. Mollati temporanemente  pure il canale,a sguire i video creativi,  i gruppi creativi su FB e non credo che sarò molto costante nemmeno per i prossimi post nè a scrivere nè a leggervi, ma sono presa da un po' di cose personali e quel che rimane l'ho sfruttato per star dietro alla mia passione per il baratto e la nuova passione per una cosa ottima, salutare, speciale che se un minimo ci si incuriosisce ti contagia di una bellissima malattia: la fermentite.
Voi direte " Ma ch ' èèèèèè???".
Beh, ve lo dico a parole mie: trattasi di coltura di microrganismi benefici che alla fine danno liquidi curativi, disinfettanti,sananti (si può dire?Beh, diciamolo :D ) che si possono usare in tremila modi.
Ne avevo letto nel blog di Stefania Rossini neanche un mese fa e incuriosita ho pensato di unirmi al gruppo su FB, ma sono davvero entrata in una famtastica unione, un mondo che siegare a parole non rende.Quindi se ne volete sapere di più o aspettate i miei prossimi post o vi iscrivete qui https://www.facebook.com/groups/143859002440406/

Per  il resto posso solo mettervi foto scattate alla rinfusa e stipate alla "bell'è e meglio pure" per farvi capire dove finiscono alcune delle mie energie tolte al blog e al passare da voi
Un pacco barattoso partito a gennaio... no nricordo più quanti kg pesasse ma mi son ripromessa di non farne più di così pesanti perchè sto pure peggiorando con l'epicondilite...mannaggia a me che non voglio prendere medicine!

Un altro pacco che sta per partire...

 La mia famigliola di Fervida (FV) , ma in una settimana  è cresciuta e sono a contenitori 13,14...boh?
 La mia prima pianta da frutto che mi ha regalato mio marito per il mio compleanno...sono particolarmente affezzzzzionata al Kumquat (mandarino cinese)..mi ricorda una persona cara.
E quindi che dirvi...ci sono e non ci sono ma anche quando sembro scomparsa nel nulla esisto, meravigliosamente, conflittualmente, nervosamente e quanti più ....mente si possono mettere metteteceli.
Vi posso solo lasciare un abbraccio al prossimo post... ma non chiedetemi quando... o sì? Come volete, di certo c'è  le vostre domande e presenze sicuramente mi stimoleranno a riprendere prima .
Bye bye :)

11 gennaio 2015

Dlin dlon...c'è qualcuno?Forse ci sono, ma dico forse...

Tutto tace, tutto rallenta ma in realtà solo per poche ore,
tutto è in festa e poi in riflessione
e poi nell'automatismo del quotidiano riprende i suoi ritmi.
Le feste sono, devono rappresentare il rallentamento, la pacchia,
il ritrovarsi in certi valori, l'assoggettarsi a certi riti.

Per me sono sempre un fermare il respiro per un istante...
un istante così lungo da parermi interminabile e finire per soffocarmi.
Per me sono sempre un andarmene ...
allontanare me stessa in un punto distante da cui avere
la visuale di tutto quello che sarai già dovrà essere e non desideri sia.
Poi alla fine quando quasi ti senti di morire
per tutto cio' che doveva essere
per tutto quello che volevi fosse
per ciò che speravi di vivere e invece ti ha vissuto
beh, alla fine sul punto di sentirti morire
trovi il coraggio di fare una banalissima cosa
e tutto acquista un senso
un semplice gesto e svanisce ...
ogni tristezza che ha logorato gli entusiasmi di speranze
ogni speranza che ha condito i pensieri...
Luci poche sull'albero quest'anno... e quelle che mi hanno scaldato alla fine erano piccole fiamme che hanno reso un attimo da ricordare l'inizio del mio nuovo anno...del nostro.
Sono di nuovo andata in stand by creativo, poi alle 3 di notte butto giù qualcosa, questo po' di scritto che forse creativo è. Con un pezzo di torrone e uno di cioccolato, sono riuscita a dare qualche spiraglio dolce(vedi post precedenti del resto di dolcezze)
all'attesa creativa, ma nemmeno tanto dolce quanto avrei voluto.
Mi sono lasciata portare da nuove conoscenze e dallo scoprire un angolino piacevole su Fb, ma ho lasciato in sospeso cose e persone, dubbi su persone importanti e mail ...e pure un'amica che vuole insegnarmi una nuova cosa e non mi sono nemmeno scusata, ma sono così...devo avere voglia, devo assecondare e attendere che ritorni l'intento vero... poi chissà quando torno in ripresa, quando smetto di essere in ritardo, quando e se riuscirò a imparare, se la mia amica starà pazientando o me la farà scontare.
Mi sono lasciata fantasticare di progettini di recupero, di riprese diverse, di rivoluzioni dentro e fuori.
Poi giornate no, una memorabimente orrenda da cui ancora devo riprendermi per quante paure ha resuscitato in me, giornate così così, giornate semplicemente giornate da far andare, hanno fatto il loro tempo.
Ora mi dico che è tempo di ridarsi una mossa e fare davvero qualcosa di interessante ,
qualcosa di tutto quello che volevo fare durante la pacchia...
ma mica ci credo ancora bene?
E voi? Come avete ripreso? Come è ricominciato il conto di un altro anno?





Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...