24 ottobre 2014

Riflettendo...

E' vero sono tornata al blog.
Ma è da tanto che questo blog ha cambiato contenuti, io il modo di pormi, di fare...
ma cambiare modo di scrivere forse no. Finisco sempre per aver bisogno di dire qualcosa di me, di personale che con la creatività non c'entra e l'ho fatto fin dall'inizio.
Questo so bene che interessa a pochi fra tutti quelli che mi seguono.
Spesso in ragione di questo pensavo di stare ad avere una mancanza verso i lettori, verso coloro che mi avevano iniziato a seguire perchè il mio blog si era presentato come blog creativo.
Ma se qualcuno è rimasto deluso, se ho perso followers, credo fosse perchè a loro non interessava la persona che c'era dietro ai tasti ed era giusto accettarlo.
E non ho fatto una piega quand'ho visto followers in meno. Certo sarebbe bello lasciare un ultimo messaggio di saluto in cui si accenna al motivo. Ci aiuterebbe a capire, ma non avendo mai considerato in primis come importante trovare il modo di "seizzare" il blog, di aumentare i lettori o i commenti, non mi lascia amarezze perdere followers.
Tante cose bisogna lasciare che siano.
Ognuno ha il suo punto di vista e capacità di scegliere cosa vuole.
Io mi basto delle piccole emozioni e ogni volta che un posto lasciato vacante si riempie di nuovo mi un sorriso mi inonda il viso.

Alla fine tutte le volte che mi son sentita sproloquiante, noiosa, eccessiva, fuori luogo... mi son sentita anche forte del fatto che dovevo seguire me stessa prima che considerare cosa si aspettassero gli altri da questo spazio, perchè questo spazio era stato aperto da me e per me e non dovevo nè volevo perdere di vista questo.

Questo blog è anche il mio piccolo cassetto ove ripongo le emozioni poco piacevoli e dove esprimo la persona che sono.

In questo periodo della mia vita ho deciso di far venire fuori me stessa il più possibile come vuole venir fuori, più noncurante dei doveri, più attenta a immagazzinare i piaceri, più cosciente che non sempre fare fare e ancora fare riempia.
Anzi spesso poi fa sentire svuotati perchè le cose fatte in fila l'un l'altra, senza prendere il giusto respiro, fa solo, arrivare al traguardo sì, ma con un affanno che sminuisce la gioia istantanea di avercela fatta. E quando devi aspettare di aver ripreso fiato per goderti quel pensiero, quella soddisfazione, è già ora di ricominciare a far altro.

Ho trascorso un anno di quasi vuoto creativo e mi sono accorta di aver conservato poco di tutto quest'anno che sta per finire. 
Lo so mancano ancora un paio di mesi, ma è come se già stesse sulla porta a salutarmi.Così lo sento tanto è stato faticoso ma allo stesso tempo fugacemente non impregnante il suo lascito.
Riprendere a creare
mi ricorda i primi tempi, mi conforta e insegna che la prossima volta non dovrò fare brutti pensieri come di eliminare tutto il mio mondo di cose creative.

Riprovare la voglia di riprendere a creare è stata una sensazione impagabile... ho ricominciato con l'embrodery e non so nemmeno perchè... e ho proceduto così a far ciondoli con le resine che mi ero fatta da sola tempo fa e qualche madreperla...
 il primo che era un esperimento perchè cucito direttamente sul pezzo di ecopelle...
un esperimento non riuscito per cui da ciondolo credo diverrà un anello essendosi arcuato il retro della stoffa e lo terrò per me.
Il secondo un ciondolo bellissimo da cui sarà difficile dividermi, ma è in una misura appena poco superiore a quella che piace a me indossare, quindi so che non lo metterò e di certo lo darò via


Il terzo di nuovo con una piccola madreperla ovale, inghiottita dalla lavorazione, ma che brilluccica tanto da piacermi così, coi colori autunnali e quasi ad assomigliare nel centro alla bocca di un polpo

Ora ho sgomberato di nuovo il tavolino da lavoro... faccio sempre così... devo rimettere tutto a posto anche se finiti questi ciondoli le stesse perline mi urlavano di restare lì perchè mi ispiravano altro. Certo è che riprendendo a creare l'ho fatto con timore, sentendomi quasi di nuovo principiante, come se non sapessi più far nulla e invece di perlina in perlina ho sorpreso me stessa.
Ora avrei voglia di soutache  e chissà cosa e quando combinerò altro. 
Vado lentamente facendo ma forse è che ho proprio bisogno di una nuova lentezza, tutta mia. 
A tutti voi buona creatività ;)


14 commenti:

Sabrina ha detto...

Ciao Stefania, la creatività non è costante, ci sono periodi favorevoli ed altri meno. Anche per me quest'anno non è stato dei migliori dal punto di vista della creatività ma molto altalenante. Io la aspetto e quando arriverà ne sarò felice.
Ti abbraccio e complimenti per i tuoi nuovi lavori.
Felice fine settimana

Sabrina ha detto...

Ciao Stefania, la creatività non è costante, ci sono periodi favorevoli ed altri meno. Anche per me quest'anno non è stato dei migliori dal punto di vista della creatività ma molto altalenante. Io la aspetto e quando arriverà ne sarò felice.
Ti abbraccio e complimenti per i tuoi nuovi lavori.
Felice fine settimana

❀~ Simo ♥~ ha detto...

Stefania, la vita non è sempre come la desideriamo ma non dobbiamo mai gettare la spugna anche se a volte lo sconforto ci prende....
Complimenti sei in gambissima!!!!

kilara ha detto...

Che bello hai ricominciato a perlinare!!!Mi fà piacere.Il ciondolo verde è stupendo.Dai ora buttati sul soutaches,sono sicura che ci stupirai.
Buona domenica!

Lufantasygioie ha detto...

Il blog non ha cambiato contenuti,perchè il blog sei tu,è il tuo modo di vivere e vedere la vita.All'inizio si parte con la passione di creare e far vedere cosa abbiamo creato,di condividere...poi ,il tempo passa e ci rendiamo conto che quel blog è il nostro diario virtuale e quindi ci scriviamo anche i pensieri(tristi o belli),le paure e le gioie,le nuove emozioni.Ci si rende conto ,all'improvviso che abbiamo cambiato il nostro obiettivo,ma così non è,perchè anche i nostri pensieri fanno parte di noi e quindi siamo noi.Forse il mio pensiero è contorto e di sicuro,chi non ha capito questa evoluzione ha emigrato in blog più"facili e meno impegnativi".
Ho sempre pensato che il blog è una parte della mia vita e quindi è giusto scriverci quello che si vuole,sta a chi viene a leggere decidere se restare o andare via.Di sicuro quelle persone non hanno capito nulla di come siamo,vogliono la superficialità,mettere un "mi piace" e andare oltre....:)

complimenti per i tuoi lavori,mai abbandonare delle passioni,che possono riesplodere...
Lu

Nella Crosiglia ha detto...

Quanto sei brava Stefania e quanto mi piace leggere di te..
Anch'io pur avendo un blog prettamente musicale o giù di lì, lo faccio e libero me stessa , mi incavolo, quando qualcuno senza un perchè o un percome, o chi si professa amicissimo , si dilegua, ti abbandona senza un motivo apparente e spesso ti esilia a non poter neanche rispondere al suo di blog..
Ma , voltiamo pagina..
Mi son iscritta con tanto piacere ammirando pure le tue belle creazioni ( come a te , voi mani magiche!!!), sperando anche in un tuo gradito ricambio!
Un abbraccio serale e a presto..
http://rockmusicspace.blogspot.it/

Elena C ha detto...

Ti ricordi il giveaway di annarella gioielli in cui chiedeva xkè crei?
Beh si crea per se stessi, per ritagliarsi il proprio spazio lontano dall'affollamento e affaticamento quotidiano.
Son contenta che tu abbia ritrovato la tua sintonia con quella parte di te che esprime chi sei...e dai lavori che hai realizzato traspare una grande bellezza.
Tutto il resto, non è rilevante...chi ti ama ti segue :p
Bentornata :*

lella ha detto...

Un blog in cui ci sia solo una vetrina di creazioni non mi sarebbe piaciuto: per questo ti seguo, apprezzo i tuoi post e ...resto sempre incantata dalla tua bravura! Continua così, Stefy! ❤

Stefania Vitaliano ha detto...

Grazie a tutte dei complimenti e della comprensione. Senza il vostro sostegno nei momenti di dubbio, incertezza e paure avrei già chiuso il blog.

Vivi Z. ha detto...

Ciao mi sono unita al tuo blog perchè ho trovato tantissime cose utili ed interessanti..complimenti!! Che se ti passa a salutarmi ne sarei davvero felice. http://adessosirisparmia.blogspot.it

keypaxx ha detto...

La creatività è un elemento importantissimo nelle nostre vite. Serve a migliorarci e rinnovarci. Serve a farci crescere come persone e caratteri.
Un sorriso per un sereno fine settimana.
^___^

keypaxx ha detto...

Un sorriso di passaggio.
^__^

Laura Zarri ha detto...

Cara Stefania, hai fatto bene a cambiare il tuo blog man mano che cambiavano anche le tue priorità e i tuoi sentimenti. In fondo, il blog è tuo, uno spazio privato che sì condividi con noi, ma è pur sempre solo tuo. Quindi è giusto che tu scriva anche le tue riflessioni, e non solo le tue creazioni, che (lo so bene!!!) sono stupende. Se forse perderai dei follower, vedrai che ne guadagnerai di altri. Un abbraccione!!!

Saray ha detto...

La creatività passa spesso attraverso periodi inattività dovuti a tante cose. Capita anche a me che non sono creativa come te e tante altre, però anch'io spesso mi dedico a dei lavoretti di cucito che mi danno soddisfazione. Poi passano mesi che non tocco la macchina da cucire. Basta saper aspettare e non cruciarsi troppo, neanche per quelli che se ne vanno. Un abbraccio e un saluto cara. ^_^

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...